lunedì 18 luglio 2016

Ghirlande marinare


Le nostre domeniche hanno un sapore... tutto nostro.
Le mie domeniche in compagnia della mia Giusy sono esclusive.
Domeniche che hanno il profumo dell'amicizia... quella antica.
E stavolta anche il profumo del mare... il nostro.

 
I legnetti sono gli stessi raccolti alcune settimane fa sulla spiaggia che sapeva ancora di primavera.




Con i gessi messi a riposare come un buon vino che invecchiando migliora.






Qualche pezzo di rete... dal sudore e la fatica di due mani che conoscono bene il mare.
Grazie Gianfranco!






E lo spago qua e là come per tenere stretti due cuori che staranno sempre insieme.






... e come per magia le conchiglie volano via per appoggiarsi su uno di quei cuori.







Contro un cielo che sa di mare... ed il mare che si fonde con il cielo.






E qui tutto quello che le nostre storie sanno raccontare:
l'anima, la passione, l'amicizia, due vite legate da fili invisibili ma che noi possiamo toccare...
... grazie Giusy per essere come sei... la mia conotroparte... la mia sorellAmica.
Perché la mia vita senza di te non sarebbe la stessa.


P.S. Voglio rassicurare il mio Nicola (so che mi legge... lo vedo non vista!):
tu sei quella parte di me che un Dio ha creato per rendermi completa.
 


A presto, anzi, prestissimo, dalla vostra Eulalia 


 

7 commenti:

  1. Grazie a te... per aver intrecciato il tuo cammino con il mio <3

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Meraviglia, Lalla, meraviglia! Il racconto, i sentimenti, le ghirlande, tu!
    Grazie per la condivisione
    Micol

    RispondiElimina
  4. Dalle tue mani, come dal tuo cuore...nascono solo meraviglie!

    RispondiElimina
  5. These look fantastic! I loved reading this 'story', you write as beautifully as you create, even in translation the soul of the piece is not lost :) xx

    RispondiElimina