venerdì 22 luglio 2016

Tombow e Zentangle


Eccomi con un altro progetto per il team Koh-I-Noor:
un facile zentangle fatto a mano e colorato con i Tombow Dual Brush Pen.


Cominciamo col disegnare a matita, a mano libera, su carta da acquerello.
Ripasseremo poi il disegno con pennarello nero waterproof.
Se siete più esperti potete tracciare il vostro disegno direttamente con il marker nero.




Una volta terminato il disegno cominciamo a stendere un verde chiaro
cominciando dalle zone che saranno via via più scure 
e tirando il colore con un pennello ad acqua verso le zone che saranno più chiare.






 Aggiungiamo un verde più scuro cominciando a creare le ombre.
Ricordate di aspettare che il colore asciughi tra un passaggio e quello successivo.





 
 E contiuiamo a "giocare" con altri colori come i gialli 
ed un tocco di rosso usando la punta fine e non quella a pennello,
aiutandovi anche con il puntinismo, una tecnica di grande capacità riempitiva.







Ritagliando i due rami ed incollandoli con dello scotch spessorato
ottengo un maggiore effetto 3d...
... a voi decidere se utilizzali come abbellimento per una card augurale
o semplicemente su una pagina del vostro art journal.


Vi lascio la legenda dei Tombow usati per questo progetto.

Verdi: mint 243 - sap green 245
Gialli: pale yellow 062 - process yellow 055 - orange 933
Rossi: chinese red 856 - saddle brown 977


E non dimenticate di visitare la pagina ufficiale Facebook di Koh-I-Noor Italia S.p.A 
e di cliccare tanti "mi piace" sulla pagina Instagram.
 
 
presto, anzi prestissimo, dalla vostra Eulalia.
 
 
 
 

 

lunedì 18 luglio 2016

Ghirlande marinare


Le nostre domeniche hanno un sapore... tutto nostro.
Le mie domeniche in compagnia della mia Giusy sono esclusive.
Domeniche che hanno il profumo dell'amicizia... quella antica.
E stavolta anche il profumo del mare... il nostro.

 
I legnetti sono gli stessi raccolti alcune settimane fa sulla spiaggia che sapeva ancora di primavera.




Con i gessi messi a riposare come un buon vino che invecchiando migliora.






Qualche pezzo di rete... dal sudore e la fatica di due mani che conoscono bene il mare.
Grazie Gianfranco!






E lo spago qua e là come per tenere stretti due cuori che staranno sempre insieme.






... e come per magia le conchiglie volano via per appoggiarsi su uno di quei cuori.







Contro un cielo che sa di mare... ed il mare che si fonde con il cielo.






E qui tutto quello che le nostre storie sanno raccontare:
l'anima, la passione, l'amicizia, due vite legate da fili invisibili ma che noi possiamo toccare...
... grazie Giusy per essere come sei... la mia conotroparte... la mia sorellAmica.
Perché la mia vita senza di te non sarebbe la stessa.


P.S. Voglio rassicurare il mio Nicola (so che mi legge... lo vedo non vista!):
tu sei quella parte di me che un Dio ha creato per rendermi completa.
 


A presto, anzi, prestissimo, dalla vostra Eulalia 


 

martedì 5 luglio 2016

Color charts... and a little bit more!


Era tempo che pensavo di fare questo post di servizio 
su come catalogare e consultare i nostri colori: oggi è il giorno giusto!
Nella mia craft room aleggia un odore particolare, proprio quello dei colori.
E la carta su cui sono stampati è la sua amorevole sposa.

Allora si comincia con una cartella di mia creazione: "Embossing Powder" chart,
pronta da stampare su un cartoncino di buon peso da 250 gr 
e da completare in ogni casella con il nome della vostra polvere da embossing.
 Ed ecco la chart completa del mio "archivio" polveri.

Non plastificata per apprezzare al meglio texture e colore delle polveri embossate
ma da conservare in una busta trasparente portadocumenti e pronta per la consultazione.
.





Passiamo ora ai Distress Ink Pad di Tim Holtz.

 La raccolta dei 60 Distress ink acquarellati.




 E qui la stessa raccolta tamponi ma usata per timbrare con uno stamp a vostra scelta.
La chart (insieme a molte altre) è a disposizione sul sito della Ranger per essere scaricata e stampata.

Il cartoncino usato è il Canson Montval acquerellabile da 200 gr.
Al termine ho plastificato tutto con pellicola da 80 micron, in modo che ognuna di queste cartelle possa diventare anche una comoda tavolozza sulla facciata bianca posteriore.


E che ne pensate degli Zig Clean Color Real Brush?
È tutta colpa di Jennifer McGuire e di Kristina Werner che me ne hanno fatto innamorare.
Ed è proprio dal sito della prima che ho scaricato il file pdf per creare il mio "archivio Zig"!

  Lo so, lo so, i miei sono solo 60 ma la gamma degli Zig è di 80 colori in tutto.

Poi con un punch da 1/4" ho preparato dei dischetti da colorare ed attaccare su ogni tappo.

 E anche gli Zig sono sistemati!


Stanchi? Ma i miei colori non sono mica finiti!
 È ora la volta dei Brusho, acquisto dell'ultima ora ma agognato da mesi!!


Con un punch da 1" ho tagliato dei dischetti da un foglio di Fabriano 6 ruvido.
Ho scoperto da poco questa carta da disegno e vi garantisco che è di ottima qualità:
220 gr di puro cotone... una magia per tutti i colori acquerellabili.

Sì ok, ci sono anche gli spillini... un po' di pazienza e vi spiego tutto.
Questa è un'idea di un'altra artista che adoro e che seguo: Sandy Allnock.

I dischetti verrano bagnati a pennello, "spolverati" con i Brusho e attaccati sui tappi senza aprirli, 
per evitare inutili sprechi del prodotto, ma forati al centro con i pins.
Dal piccolo foro uscirà polvere sufficiente per le colorazioni.



Adesso non mi resta che preparare una chart di riferimento anche per i miei Brusho.



Molto "easy" con qualche "baffo" qua e là ma con tinte esplosive di quelle che piacciono a me.
Su You Tube una miriade di filmati che vi guideranno alla scoperta di questi pigmenti.
E anche qui ho preaparato, per chi ne avesse bisogno, la mia personalissima chart.
Potete scaricarla senza problemi... e ricordate che qui ce ne sono solo 24.

 
Diciamo che per oggi vi ho annoiato abbastanza 
ma spero tanto di esservi stata utile in qualche modo.
Ringrazio le artiste dalle quali ho imparato ed ho attinto informazioni a piene mani.

A presto, anzi prestissimo, la votra Eulalia.


 

giovedì 16 giugno 2016

Tombow su timbri: come acquerellare


Una novità nella mia vita di cardmaker: sono nel team della Koh-I-Noor.
Orgoglio e felicità all'ennesima potenza!!

E si comincia con uno step by step con i Tombow Dual Brush Pen.
Le regole sono semplici e facilmente intuibili dalle fotografie.


 Inchiostriamo il timbro scelto passando la "brush tip", cioè la punta a pennello,
sulle linee della superficie del disegno.
Tamponiamo su una buona carta da acquerello. Il segno è perfetto e preciso, senza alcuna sbavatura.







Procediamo con le varie sovrapposizioni del fogliame e dei fiori.
Qui vedete i primi fili d'erba alla base del baule.






  
Andremo man mano a riempire con vari rami e foglie, inchiostrando il timbro una sola volta
ma "scaricandolo" dall'inchiostro con ripetute timbrate che via via saranno meno intense,
fino a comporre un insieme di vostro gradimento.






 A questo punto cominceremo ad acquerellare con un water brush 
(pennello con serbatoio ma va benone anche un semplice pennello intinto in acqua)
i vari elementi timbrati, avendo l'accortezza di aspettare l'asciugatura tra un passaggio e l'altro.






 Ecco fatto! Una piccola miniatura che potrà essere usata come centrale di una card...
... o sarà semplicemente una pagina di colorazione del vostro artbook.

Vi lascio la legenda dei Tombow usati per questo progetto.

Per il baule: redwood 899 - sand 992 - true blue 526.
Per il fogliame: aspargus 192 - dark olive 158 - dark jade 177.
Per i fiori: 623 purple sage - 636  imperial purple - 685 deep magenta.


I timbri usati sono di due set della Art Impressions: "Chest of Flowers" e "Foliage set - 4051".


E non dimenticate di visitare la pagina ufficiale Facebook di Koh-I-Noor Italia S.p.A 
e di cliccare tanti "mi piace" sulla pagina Instagram.



A presto, anzi prestissimo, dalla vostra Eulalia.




mercoledì 15 giugno 2016

Fiori con eleganza


Basta poco per rendere speciale una card: il cuore.



Con i "Persian Motifs" della Altenew Stamps l'effetto è assicurato. 






E un tocco d'oro per accendere la magia delle mille e una notte.






Per rendere omaggio a quel sole che ci scalda e ci nutre.






Per dire ad un amico che sa come arrivare al nostro cuore.


 Tombow dual brush pens nella gamma dei grigi per i magnifici Persian Motifs,
con un tocco di matite Pablo della Caran d'Ache per accentuare la profondità.
Sfondo acquerellato con due tonalità di oro (blue and red gold) dei Gansai Tambi della Kuretake.

Questa card è per il challenge di TimbroScrapMania
che per il prossimo mese ha come tema "Flowers".
Partecipate!



A presto, anzi prestissimo, dalla vostra Eulalia.


 

lunedì 30 maggio 2016

Sì viaggiare


Ne ho fatti di viaggi ed i miei album di carta sono stracolmi di foto e memorie.


 Immagini immortalate dall'immancabile reflex.
Cartoline testimoni dei luoghi visitati... delle storie vissute... dei colori dal mondo.






La gioia del viaggio che oggi si è trasformata in qualcosa di diverso...
... perché la mia vita è cambiata anche nel modo di esplorare il mondo.






E tutto è ancora così nitido e chiaro nella mia mente:
i suoni, i profumi, le sensazioni... gli occhi ancora pieni di forme e colori
che hanno reso indimenticabile ogni momento vissuto con la voglia di conoscere.






Perché ognuno di noi deve vivere la sua avventura per scoprire il mondo.
Buon viaggio a tutti... comunque e dovunque vi porti.

A presto, anzi prestissimo, dalla vostra Eulalia.

 (Questo post d'ispirazione lo trovate anche su TimbroScrapMania.)



 

giovedì 19 maggio 2016

Shaky A pocket letters


Tornano gli Shaky A.
E perché non interpretarli attraverso la nuova mania del momento?
Una pocket letters: gialla, come piace a me... pensando ad un amico.


... solo qualche tasca... no no, tutta intera!!



  
Per ogni lettera un pensiero, un'idea, qualcosa che parli di Shaky A.





In ogni tasca un piccolo progetto.





Dettagli unici e preziosi... come gli amici.




 
  
La mia prima pocket letters, tutta per il blog d'ispirazione Shaky A:
in primissimo piano la fatina del set di timbri "Fatina e Fiori".
 
"Stay tuned" perché ne vedrete delle belle... eh sì, con il nostro super DesignTeam
vi guideremo alla scoperta di questi timbri e del loro utilizzo. 


A presto, anzi prestissimo, la vostra Eulalia.


 

domenica 15 maggio 2016

Le rose fioriscono anche tra la ruggine


In garage ho cataste di cartone (in realtà stanno pure in cucina)... 
... per un riciclo che mi ha letteralmente "acchiappato"!!


Un nome, come in questo caso, una frase, un pensiero... un sentimento.
Per ricordare... per celebrare... per dire un'idea...per raccontare una storia.







 Per un'amica che te lo chiede... e come dirle di no?! 







Strati di cartone in numero variabile per dare un maggiore effetto 3D.







Le lettere fustellate con il Lollipop Letters Capitals della Sizzix,
incollate tra di loro con la fidatissima colla vinilica diluita con acqua al 50%.
Per costruire l'intero nome sono passata alla più forte colla Aleene's Tacky glue Fast Grab.
 A fissaggio avvenuto, una passata di Heavy gesso Prima Marketing su tutti i lati.







 Gli ingranaggi fustellati con la bigz Gadget Gears di Tim Holtz per completare.
Colorati con l'acrilico Bronze Liquitex per dare un bell'effetto rugginoso.







 E per finire, la "faccia" anteriore definita da una carta colorata, timbrata e distressata sui bordi.

Questo "homedecor" è per il challenge di TimbroScrapMania,
che per il prossimo mese ha come tema "Anything goes".
 A voi non resta che giocare con colla, carta, forbici.... e tanto tanto tanto colore.

Un grazie a Monica Di Menza che ha ispirato questa creazione.


A presto, anzi prestissimo, dalla vostra Eulalia.


sabato 30 aprile 2016

One more time zen...TEA...ngle!!


L'ora del "TEA" in versione zen... per rilassarci in allegria.


Si comincia con un'idea... una forma... e perchè no una tazza da tè?!
Ma anche 2 o 3... una torre impilata fino all'infinito.





E qualcuno che ti dice durante il work in progress: "Quelle tazze una volta finite sono mie!"
Agli ordini Ludo
Ma quanto ti piacciono questi doodles? 






Un lavoro certosino d'incollaggio a strati per dare maggiore tridimensionalità alla scritta:
perché io le chipboard letters me le faccio da sola...
... per la serie "facciamoci male"!!






E per la prima volta, colore su un mio zentangle.
Il mio Nic: "Sono più belli gli zentangle così colorati". Ognuno dice la sua.





 Gioco di parole all'inglese: zen...TEA...ngle.
 Spero di non aver mortificato la lingua che vorrei saper parlare di più.





 Un giorno vorrei fare un corso per czt (certified zentangle teacher)
ma intanto mi diverto così, copiando dai più grandi... esercitando la mano e la mente,
 cercando di osservare quello che è intorno a me (stimoli ed input ovunque!)
 e dando spazio ed energia alla voce del cuore.







Una card creata per TimbroScrapMania (sul blog la lista dei materiali usati)...
... per ispirarvi, almeno un po'.



A presto, anzi prestissimo, la vostra Eu.